Il Teatro di… San Cristoforo


Per la sfida del Teatro di Contrada, la Contrada di San Cristoforo si è presentata al suo pubblico con la tragedia “Antigone” di Sofocle.

L’opera del drammaturgo greco, tratta la storia di Antigone, che decide di dare sepoltura al corpo del fratello Polinice contro la volontà del nuovo re di Tebe, Creonte. Scoperta, viene condannata dal re a vivere il resto dei suoi giorni imprigionata. Dopo le profezie dell’indovino Tiresia e le suppliche del coro, Creonte decide infine di liberare Antigone, ma tardivamente, visto che, nel frattempo, la donna si è suicidata impiccandosi. Questo evento porta al suicidio il figlio di Creonte, Emone (promesso sposo di Antigone), e poi, in seguito, la moglie di Creonte, Euridice, lasciando il Re, solo a maledire la propria stoltezza.

 

( foto Liviana Lattanzi )