La festa del Rinascimento è una Rievocazione Storica che ripropone la realtà urbana dell’antica Acquasparta, con sfilate in costumi d’epoca, giostre cavalleresche, spettacoli, convegni, e le immancabili tipiche taverne.

Ci sono almeno tre motivi per riconoscere alle Rievocazioni Storiche la loro importanza:

  • la valorizzazione della memoria locale;
  • la promozione culturale e turistica;
  • lo spirito di forte aggregazione nella collettività locale.  

Ed è proprio questo il significato de “la Festa del Rinascimento”, la riscoperta e la valorizzazione della memoria storica e culturale acquaspartana, e al contempo il proponimento del momento spettacolare tipico dell’epoca tardo rinascimentale che essa rappresenta.

La “Festa del Rinascimento” è quindi la cornice che raffigura la renascentia degli antichi splendori della seicentesca Acquasparta. Per la città questo è stato periodo storico di maggior lustro testimoniato anche dalla costruzione del grandioso Palazzo Cesi. La rinascita si deve sopratutto a Federico Cesi II detto il Linceo. Fondatore dell’Accademia dei Lincei nel 1603, Federico Cesi sviluppa – accanto all’arte e alla filosofia – un altro aspetto della cultura, del genio e della grandezza della persona umana: la scienza e il nuovo metodo scientifico.  

LE CONTRADE

La festa, si articola in un susseguirsi di manifestazioni che coinvolgono l’intera città di Acquasparta, per l’occasione ripartita in CONTRADE:

  • la contrada del Ghetto, il cui simbolo è un grifo giallo su sfondo nero e verde; 
  • la contrada di Porta Vecchia il cui simbolo è la porta più antica del centro storico su sfondo giallo blu; 
  • la contrada di San Cristoforo, il cui simbolo è il calice del vino su sfondo bianco e azzurro.   

 

Sotto il loro gonfolone i contradaioli parteciperanno a quattro avvincenti sfide. Obiettivo: la conquista delle chiavi della città.

LE SFIDE

Le gare in cui le tre contrade devono cimentarsi sono

• il “piatto rinascimentale” che verte nella proposizione di piatti tipici del 1600;

• il “teatro di contrada” in cui ognuna di essa propone al uno spettacolo teatrale.

• “Il Grande Gioco dell’Oca”, una riproposizione vivente del gioco da tavolo

I CORTEI

La rigorosa fedeltà storica ha la sua massima espressione con i due principali Cortei che si svolgono nella serata di apertura e il Grande Corteo dei Doni che chiude la Festa. 

Il Rinascimento ad Acquasparta è un appuntamento di grande interesse storico e di valore culturale, perché permette di riscoprire e di trasmettere alle giovani generazioni le molte tradizioni storiche, artistiche e culinarie locali, e al tempo stesso, è un momento pieno di aspetti giocosi che solo una sana “competizione” può rendere rilevanti.