Convegno/Degustazione – IL MIELE Dall’Apiarium di Federico il Liceo al palato: per un percorso storico-sensoriale lungo i secoli


Per Sabato 15 alle ore 17:30 è programmato l’attesissimo convegno “IL MIELE Dall’Apiarium di Federico il Liceo al palato: per un percorso storico-sensoriale lungo i secoli”.

Moderato da Don Alessandro Fortunati, Direttore dell’Archivio e Biblioteca Diocesana di Todi, il Convegno vede la partecipazione di Tiziano Gardi, Università degli Studi di Perugia, Sonia Merli, Deputazione di Storia Patria per l’Umbria, Andrea Maraschi, Università degli Studi di Bari.

Insieme a loro scopriamo la storia di uno degli insetti più utili e produttivi in natura: l’ape, dalla sua rappresentazione grafica alla degustazione del suo principale prodotto, il miele.

Grazie, infatti, alla collaborazione con Associazione Apistica Apicoltura Etica e Solidarietà Umbra  e il Panel Test Miele Umbria, i partecipanti possono scoprire i diversi tipi di miele in una esperienza sensoriale che rende l’evento interattivo e i partecipanti protagonisti della degustazione.

Importante anche il titolo stesso dato all’Evento. Infatti l’Apiarium di Federico Cesi rappresenta uno dei capitoli più significativi del vasto programma naturalistico, storico-erudito e letterario concepito dall’Accademia dei Lincei. Immediatamente prima dell’Apiarium, Cesi fece stampare e diffondere la Melissographia, una bellissima tavola incisa da Matthias Greuter, rappresentante un trigono di api completato dagli accurati disegni con una serie di particolari anatomici ricavati da osservazioni microscopiche che Federico Cesi poté effettuare mediante l’uso dell’”occhialino”, ricevuto in dono da Galileo Galilei (Carteggio 23 settembre 1624) e che rappresentano la prima descrizione storica dell’ape italiana autoctona (Apis mellifera ligustica (Spinola, 1806))